News

Previsioni di traffico meno fosche

2° trimestre agrodolce per Maersk

di Redazione Port News

Una buona dose di blank sailing e un’accorta politica di contenimento dei costi permettono a Maersk di rivedere al rialzo le previsioni per il secondo trimestre. Gli effetti dell’emergenza Coronavirus produrranno nel periodo aprile-giugno un calo dei volumi containerizzati pari al 15-18% del totale, e non più del 20-25% come originariamente previsto.

Il gruppo armatoriale danese, che è riuscito ad adattare prontamente la propria capacità alle fluttuazioni di mercato, si aspetta per il secondo trimestre un aumento dei guadagni per ogni sinfolo TEU e, quindi, un EBITDA migliore rispetto a quello registrato nel primo trimestre, quando era stato pari a 1,5 miliardi di dollari.

L’incertezza che regna a livello globale non consente però al liner di sviluppare previsioni su base annuale, che per il momento rimangono sospese.

Torna su