News

I risultati dell'anno fiscale

Un 2018 in perdita per NYK

di Redazione Port News

La compagnia giapponese Nippon Yusen Kaisha (NYK) ha chiuso il 2018 con una perdita netta di 398,4 milioni di dollari.  I ricavi sono stati pari a 16,4 miliardi di dollari, con un -16,2% rispetto all’esercizio fiscale precedente.

Si tratta di uno dei risultati peggiori di sempre per l’azienda nipponica, il cui numero uno, Tadaaki Naito, è stato appena rimosso dal proprio ruolo.

Spetterà al suo successore, Hitoshi Nagasawa, accompagnare il gruppo armatoriale in un inizio d’anno che si avverte essere non facile, anche a cause delle difficoltà riscontrate nell’avvio delle proprie attività operative dall’Ocean Network Express (ONE), la joint venture partecipata più o meno in parti uguali da NYK, Mitsui O.S.K. Lines (MOL) e Kawasaki Kisen Kaisha (“K” Line), che ha ad aprile del 2018 ha iniziato ad offrire servizi di trasporto marittimo containerizzato.

L’alleanza ha movimentato sino ad oggi più di 6 milioni di contenitori.

Torna su