News

L'intervento di Guido Grimaldi

Alis: il Governo sia alleato della logistica

di Redazione Port News

Dedicare maggiore attenzione all’economia del mare, istituendo eventualmente un Ministero del Mare, come in Francia. E puntare a un nuovo modello di continuità territoriale sulla falsa riga del modello spagnolo.

Sono solo alcune delle richieste fatte al Governo dal presidente Guido Grimaldi in occasione dell’intervento di apertura della due giorni di Alis (La ripresa per un’Italia in movimento), organizzata a Sorrento.

Il numero uno dell’Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile ha ricordato come le aziende dei trasporti e della logistica non si siano mai fermate durante tutto il periodo dell’emergenza provocata dal Coronavirus, pur lavorando in perdita.

Grimaldi ha sottolineato come a giugno solo il 6% delle imprese associate ad Alis abbia fatto ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria e ha espresso l’auspicio di avere un «governo alleato» che «rimetta al centro della propria visione futura il trasporto e la logistica strategica per il rilancio del nostro Paese».

Con riferimento ai servizi di continuità territoriale, Grimaldi chiede venga sviluppato un modello che sostenga direttamente i cittadini e le aziende dei trasporti e non una sola compagnia marittima.

Il presidente di Alis si è anche soffermato sul decreto Rilancio, giudicando negativamente l’emendamento che prevede nuovi requisiti per l’autoproduzione: «Rischia di portarci indietro di 30 anni – ha detto – provocando pesanti ripercussioni sull’occupazione e un aumento significativo dei costi per gli armatori, dal momento che si ritroverebbero a non poter più disporre del proprio personale di bordo».

Torna su