News

Verso la fase 2?

Asia-Europa: marzo a pieno carico per One

di Redazione Port News

Le navi di ONE impiegate sulla rotta Asia-Europa hanno viaggiato a pieno carico lo scorso mese. Merito del fatto che le prenotazioni ritardate durante il Capodanno Lunare Cinese sono state completamente evase.

Il carrier giapponese, membro del consorzio armatoriale The Alliance, ha caricato lungo la rotta 128 mila TEU, il 6% in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, quando era stato raggiunto però un coefficiente di carico pari all’82%.

Sui collegamenti transpacifici, le navi della compagnia hanno viaggiato a marzo con un coefficiente di carico vicino al 90%, trasportando complessivamente 186 mila TEU, 7 mila in meno rispetto a quanto caricato nello stesso mese del 2019.

Sulla base dei dai di eeSEA, lo scorso mese The Alliance ha cancellato il 18% dei viaggi programmati lungo la rotta Asia-Europa, il 10% dei viaggi transpacifici.

Secondo il chief executive of SeaIntelligence, Lars Jensen, i dati sul coefficiente di carico di One sono però ingannevoli perché non terrebbero conto delle prenotazioni effettuate alla fine di marzo, che non sono quindi incluse nel totale.

«La pandemia ha dispiegato i propri effetti solo verso la fine del mese – ha dichiarato Jensen – all’inizio di marzo, infatti, l’economia cinese aveva già cominciato a dare i primi segnali di ripresa e il Covid-19 non si era ancora pienamente diffuso in tutto il resto del mondo».

Torna su