News

Il j'accuse del commissario Agostinelli

Assenteismo record a Gioia Tauro

di Redazione

Il nemico numero uno del porto di Gioia Tauro ha un nome ed è l’assenteismo. A denunciarlo, pubblicamente, in un incontro con la stampa, è il commissario straordinario della locale Autorità Portuale, Andrea Agostinelli: «Il 47% delle forza lavoro – ha detto – è assente dai turni per malattia, congedi parentali o ferie e sui circa 1200 portuali in servizio ben 293 sono inabili a svolgere alcune mansioni. Una follia. Così l’accompagnamento alla ripresa dello scalo potrebbe essere vana».

Per Agostinelli si tratta di un problema serio, che ha contribuito ad abbassare i livelli di produttività del container terminal dello scalo calabrese, MCT, gestito da MSC: ogni ora vengono movimentati circa 22 contenitori contro i 39 di Valencia.

Agostinelli si è detto «deluso ed amareggiato» per l’atteggiamento di coloro «che prima rivendicavano lavoro e che adesso con il rilancio del terminal e dei volumi, a causa della loro assenza, costringono Mct e ridurre il numero di navi in arrivo».

«Non mi interessa essere impopolare – ha concluso – ma non posso accettare che la prospettiva possa essere messa in discussione dall’ignavia e dal poco senso di responsabilità dei portuali, in un momento nel quale Gioia Tauro può e deve tornare a brillare tra i porti del Mediterraneo».

Torna su