News

Proroga (tecnica) per la Convenzione di Stato

Boccata di ossigeno per Cin-Tirrenia

di Redazione Port News

CIN-Tirrenia può respirare un sospiro di sollievo. Almeno per il momento. La Convenzione con lo Stato da 72 milioni di euro annui, in scadenza a luglio del 2020, verrà prorogata fino ad assegnazione del nuovo servizio.

Lo hanno annunciato Filt-Cgil, FIT Cisl e Uiltrasporti, a margine di un incontro al MIT organizzato  «per una prima disamina delle problematiche che affliggono il Gruppo Onorato Armatori».

La proroga tecnica – lo scrivono in una nota le OO.SS. – sarebbe stata assicurata dallo stesso Ministro De Micheli:  «Dall’incontro sono emersi elementi di chiarezza sulla gara per i servizi in continuità territoriale, con la notizia dell’avvio della stessa per l’inizio del 2020, attraverso Invitalia. Contestualmente c’è la garanzia occupazionale per tutto il personale attualmente impiegato, attraverso la cosiddetta clausola sociale, a parità di risorse economiche. I tempi della nuova assegnazione dei servizi, non essendo compatibili con la relativa scadenza, vedranno di certo una proroga tecnica dell’attuale contratto fino ad assegnazione definitiva del nuovo servizio».

Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti scrivono poi di aver preannunciato al Ministro l’imminente avvio di specifiche iniziative sindacali affinché il gruppo Onorato rinunci al proposito di chiudere le sedi di Napoli e Cagliari, proponimento che a detta delle OO.SS. porterebbe a circa 100 licenziamenti.

Tags:
Torna su