News

Nuove risorse per l'art.17 del porto di Genova

Boccata di ossigeno per la Culmv

di Redazione Port News
Una boccata di ossigeno per la Compagnia Unica dei Lavoratori Portuali (Culmv). Dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale arrivano 2,5 milioni di euro per la formazione e il reimpiego dei soci inadatti al lavoro di banchina.
Lo stanziamento, previsto nell’ambito delle previsioni di cui al comma 15 bis dell’art.17 (che istituisce un fondo, con un massimo del 15% delle entrate delle AdSP, per la riconversione e la ricollocazione del personale dell’organico porto, o per agevolarne l’esodo pensionistico), è stato approvato dal Comitato di Gestione dell’Ente dopo «aver accertato la compatibilità degli strumenti da attivare rispetto alle normative europee».
Nel dettaglio sono stati destinati 562 mila euro per la formazione effettuata dalla Culmv ai soci nel 2018, un altro milione e mezzo da destinare al reimpiego di 38 soci inabili al lavoro relativi al 2018 e sono stati sbloccati 500 mila euro di formazione relativi al 2017.
Torna su