News

La Ital Libera sta facendo rotta verso l'Italia

Capurro, Odissea vicina all’epilogo

di Redazione

Ancora qualche giorno per portare ad epilogo la triste Odissea del comandante Angelo Capurro, morto per Covid il 13 aprile scorso a bordo di un mercantile durante la navigazione nell’Oceano Indiano.

La Ital Libera, questo il nome della nave – una portacontainer da 5000 TEU operata dalla compagnia di navigazione Evergreen – si trova al momento nel Golfo di Aden ed è in rotta verso il Mar Rosso, da dove potrà raggiungere l’Italia passando dal Canale di Suez.

La vicenda è nota. L’Ital Libera stava navigando alla volta di Singapore quando Capurro si è ammalato, morendo qualche giorno dopo per sospetta infezione da Covid. La nave è stata immediatamente dirottata verso Jakarta, nei pressi del cui porto è rimasta in isolamento per 14 giorni e da cui è partita il 27 maggio scorso.

Durante la navigazione, i porti asiatici via via toccati dalla nave si sono rifiutati di ospitarla. Ora, l’Ital Libera potrà finalmente riportare a casa, in Italia, il corpo del povero comandante e restituirlo ai suoi cari.