News

Trasporti e ambiente

C’è del pulito in Danimarca

di Redazione Port News

Combattere l’inquinamento facendo fronte comune nel campo dell’innovazione eco-sostenibile. E’ con questo spirito che diverse compagnie danesi attive nel trasporto marittimo, aereo, nel campo della logistica e in quello energetico hanno deciso di unire le forze.

L’obiettivo comune è quello di produrre carburanti a basso impatto ambientale, studiando lo sviluppo degli e-fuel e dell’idrogeno.

Il team include giganti come Maersk e campioni nazionali della logistica e delle spedizioni, come DFDS e DSV Panalpina. Della coalizione fanno anche parte Airline Sas, l’aeroporto di Copenhagen e la società energetica Orsted.

Il gruppo si è dato un orizzonte temporale ben preciso, il 2023, entro il quale sviluppare i nuovi impianti di produzione dei combustibili green. Un percorso a step, dunque, che dovrebbe portare le nuove facility a produrre a regime qualcosa come 250 mila tonnellate di carburante pulito per navi, bus, camion e aeroplani.

L’uso di questo bunker dovrebbe permettere di tagliare le emissioni annuali di anidride carbonica di circa 850 mila tonnellate.

“Se realizzata, la nuova facility vedrà la luce nell’area della Greater Copenhagem e fornirà metanolo rinnovabile per le navi di A.P. Moller-Maersk, e-kerosene per gli aerei di SAS e idrogeno rinnovabile sia per autobus a emissioni zero gestiti dalla Compagnia Movia che per gli heavy.truck di DSV Panalpina”, si legge in una comunicato stampa congiunto dei soggetti coinvolti nel team di progetto.

Tags:
Torna su