News

Il progetto

Cosco pensa a maxi navi da 25mila TEU

di Redazione Port News

Portacontainer da 25mila TEU? Sì, forse tra due, tre anni.

No, non è fantascienza, il progetto c’è già e lo studio di fattibilità pure. A commissionarlo è stato il colosso cinese Cosco, che per l’occasione si è rivolta a un importante istituto di ricerca, lo Shanghai Ship and Shipping Research Institute.

SSSRI ha dichiarato che il progetto riveste una importanza strategica per i piani di espansione della conglomerata cinese guidata da Xu Lirong. Piani a lungo termine, chiaramente, perché le unità da 25mila TEU non vedranno la luce se non tra qualche anno.

Ma attenzione, saranno immesse in circolazione solo e soltanto in presenza di una significativa crescita dei volumi di mercato, soprattutto lungo il trade Asia-Europa, l’unico dove questi giganti potrebbero circolare.

E’ chiaro che non tutti accoglierebbero a braccia aperte queste ULCS, a cominciare dai porti, cui il gigantismo navale sta creando già ora non pochi problemi di congestione operativa.

Sono per altro in diversi a chiedersi se non sia arrivato il momento di dire basta al gigantismo navale.

CMA CGM, per esempio, ha appena confermato l’intenzione di rinforzare la propria flotta con un nuovo set di navi da 15500 TEU.

Sì, avete capito bene: 15500. Per il Cef di SeaIntelligence, Lars Jensen, l’ordine della compagnia francese rifletterebbe un possibile cambiamento di trend nel settore.

Navi piccole versus navi grandi. Chi vincerà? Troppo presto per dirlo, troppo presto per sapere quale sarà il destino dei nuovi giganti del mare.

 

Torna su