News

Le previsioni di LMC Automotive

Crisi nera per l’industria dell’auto

di Redazione Port News

L’industria mondiale dell’auto è in piena crisi. Quest’anno 20 milioni di veicoli rimarranno invenduti a causa del Coronavirus e delle misure di lockdown attivate dai vari paesi per arginarne la diffusione.

E’ quanto rivela la consultancy firm LCM Automotive, che stima un calo della domanda globale del 21,8% rispetto a quanto totalizzato nel 2019, quando furono immatricolate oltre 90 milioni di unità.

Nel solo mercato europeo, il calo sarà del 26,5% (15 milioni di unità in meno), mentre in Sud America la domanda diminuirà addirittura del 43,9%. Il mercato delle autovetture in Cina registrerà invece una contrazione annuale più bassa, del 12,1%.

La situazione si fa pesante anche per il mercato del trasporto marittimo: Wallenius Wilhelmsen, che la scorsa settimana ha riportato nei risultati contabili una perdita netta trimestrale di 285 milioni di dollari, si aspetta per il secondo trimestre dell’anno il dimezzamento dei volumi oceanici trasportati. Le esportazioni di aiuto caleranno del 20,7% rispetto all’anno scorso.

LMC Automotive prevede un ritorno alla normalità per il 2021, con prospettive di vendita intorno alle 81,6 milioni di unità. Volumi in crescita dunque, ma a livelli sempre più bassi rispetto al periodo ante-crisi.

Torna su