News

Tempi che cambiano

Da Tokyo a Varsavia in treno

di Redazione Port News

Il canale di Suez? Dimenticatevelo. A partire da oggi, per trasportare un carico di merce dal Giappone all’Europa sarà più conveniente passare dalla Russia.

É stato infatti inaugurato pochi giorni fa il Trans-Siberian Landbridge, il nuovo servizio di trasporto congiunto per la consegna delle merci nato grazie a una alleanza tra il gruppo Fesco Transportation e Jsc Rzd Logistics, filiale di JSC Russian Railways.

Il primo carico, per lo più prodotti chimici, è partito il 23 maggio scorso, dal porto giapponese di Yokohama. Arriverà a metà giugno a Wroclaw, in Polonia, in appena 18 giorni, percorrendo tutta la ferrovia transiberiana.

Se oggi ci vogliono insomma 45 giorni per compiere lo stesso tragitto via mare, il Trans-Siberian Landbridge promette di farvene risparmiare più della metà grazie all’alta velocità.

Si tratta di un bel passo in avanti: «Negli ultimi cinque anni abbiamo investito più di 5 miliardi di dollari nell’ammodernamento delle ferrovie russe» ha dichiarato il managing director di Russian Railways, Alexander Misharin, che ha aggiunto: Crediamo molto nelle potenzialità di questa cooperazione con i colleghi giapponesi».

Fesco sarà responsabile per le consegne via mare e per il port handling mentre RZD logistic dovrà occuparsi di seguire il trasporto ferroviario.

«Oggi, il traffico cargo tra il Giappone e l’Europa arriva a 3 milioni di TEU all’anno e passa attraverso il Canale di Suez. In collaborazione con i colleghi delle ferrovie russe, possiamo offrire ai nostri clienti un servizio di trasporto più rapido ed efficiente lungo la ferrovia transiberiana», ha detto il presidente di Fesco, Alexander Isurin Keen.

Torna su