News

Cambio in vista ai vertici dell'Organizzazione dei Porti Europei

D’Agostino candidato a n.1 di Espo

di Redazione Port News

Prima la sentenza del TAR del Lazio, ora la candidatura alla presidenza dell’ European Sea Ports Organisation (Espo), di cui è uno dei due vicepresidenti.

Il provvedimento del Tribunale amministrativo che ha reintegrato Zeno D’Agostino nel ruolo di presidente dell’Autorità di sistema del Mar Adriatico Orientale, è risultato in perfetta sincronia con l’Executive Committee dell’organizzazione europea, che oggi appunto si è riunito per ufficializzare la presentazione delle candidature.

Con D’Agostino, si è candidata l’altra vicepresidente, la finlandese Annaleena Makila (Managing Director della Finnish Port Association).

Le elezioni si svolgeranno a novembre, alla scadenza del biennio di presidenza, quando dunque decadrà l’irlandese Eamonn O’Reilly (Chief Executive of the Port of Dublin). Intanto. D’Agostino è di nuovo al lavoro dopo la firma ieri sera del decreto della ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, domani sarà di nuovo nell’ufficio alla Torre del Lloyd.

«Sono tornato giusto in tempo per candidarmi, e non ho sassolini nelle scarpe – dice D’Agostino all’ANSA rispondendo a una domanda specifica – Torno a fare quello che facevo prima, se l’interesse di chi ha fatto denuncia era di indebolire il sottoscritto, la mossa si è rivelata un boomerang. Dunque, di chiunque si tratti, va ringraziato».

Torna su