News

Il gruppo presenta i risultati trimestrali

D’amico: mercato noli a livelli mai visti

di Redazione Port News

D’Amico International Shipping ha chiuso il primo trimestre del 2020 con un risultato netto di 1,5 milioni di dollari rispetto al rosso di 5,5 milioni di dollari contabilizzato nei primi tre mesi del 2019.

L’Ebitda è stato di 33 milioni, in crescita del 47% mentre Il cash flow operativo è di 25,7 milioni, in crescita del 60%.

La società ha riportato ricavi totali per 94,36 milioni di dollari, in aumento rispetto ai 91,03 milioni realizzati tra gennaio e marzo dello scorso anno.

Il risultato netto rettificato ammonta a 6,3 milioni di dollari, in aumento 1,9 milioni rispetto a quanto registrato nello stesso periodo dell’anno precedente. Il miglioramento è attribuibile agli ottimi rendimenti del mercato dei noli.

Come spiegato dall’amministratore delegato del Gruppo, Paolo D’Amico, i risultati sono dovuti a una situazione congiunturale molto particolare.

L’aumento della produzione di greggio, unito ad un brusco crollo della domanda, ha portato la curva dei prezzi a termine del petrolio in ‘contango’, creando un forte incentivo all’aumento delle scorte a livello mondiale. Gli impianti di stoccaggio a terra hanno raggiunto rapidamente la quasi piena capacità e hanno spinto grandi quantità di greggio e prodotti petroliferi ad essere stoccati a bordo delle petroliere.

Un fenomeno, questo, che ha compensato l’impatto negativo sulla domanda di petrolio e sull’attività di raffinazione causata dal diffondersi del COVID-19 e dalle connesse misure di confinamento in Europa occidentale e negli Stati Uniti. A partire dalla fine di marzo e soprattutto entrando nel secondo trimestre dell’anno, il mercato delle ‘product tanker’ ha raggiungo livelli mai toccati in precedenza in quasi tutte le rotte e aree geografiche.

Nel primo trimestre Dis ha noleggiato le navi a una media spot giornaliera di 17.354 dollari (+27,8% rispetto a Q1 2019).

Torna su