News

L'intervento di Pasqualino Monti

Monti: disincagliamo la nave Italia

di Redazione Port News

“L’Italia una piattaforma nel Mediterraneo? A parole”. Lo ha dichiarato su linkedin il presidente dell’AdSP del Mare di Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti, a commento della situazione di impasse nella quale si è venuta a trovare il Canale di Suez dopo che, martedì scorso, la portacontainer Ever Given si è andata ad incagliare di traverso lungo la via di navigazione, ostruendo il passaggio.

“La Ever Giver – afferma Monti – costa 9.6 miliardi al giorno. Non è un calcolo difficile se si pensa che nel Canale transita circa il 30% dei container in giro per il mondo (quasi 19 mila navi l’anno scorso) e circa il 12% del commercio mondiale, soprattutto petrolio (in media 1,74 milioni di barili al giorno l’anno scorso) e grano”.

Per il numero 1 del porto di Palermo sono numeri importanti “che dovrebbero farci capire quanto centrale sia divenuto il Mediterraneo e quanto, di conseguenza, l’Italia sia centrale negli scambi est-ovest delle merci a livello mondiale”.

“Mi piacerebbe vivere in un Paese che ritiene normale affrontare il tema dei dazi doganali nel Canale di Suez, che considera opportuno ragionare con chi sviluppa la politica del Canale. Non pensiamo che sia una questione lontana mentre ben altri problemi ci consumano: al contrario, è determinante per il Mediterraneo e, soprattutto, è importante per il futuro del nostro Mezzogiorno”, ha concluso Monti.

 

Tags:
Torna su