News

Nuovi accordi

Global Ports Holding avanza nei Caraibi

di Redazione Port News

Il gruppo terminalista turco Global Ports Holding (GPH) avanza nei Caraibi, lo fa attraverso una prima intesa con il Governo di Antigua e Barbuda che gli consentirà a breve di acquisire la gestione del traffico crocieristico nazionale, e in particolare del principale porto caraibico, quello di St. John.

Ad annunciarlo in un comunicato stampa lo stesso port operator turco che sulla base del memorandum of Understanding impegnerà a investire risorse fresche per per potenziare le strutture del porto di St. John dedicate al traffico crocieristico e a costruire una nuova banchina per consentire l’approdo allo scalo di navi da crociera di classe “Oasis”, ovvero unità lunghe 360 metri e di 225mila tonnellate di stazza lorda.

L’intesa impegna invece l’esecutivo di Antigua e Barbuda a negoziare l’accordo per un periodo di tempo predeterminato solo con GPH e prevede anche l’assegnazione all’azienda turca della gestione di un centro commerciale.

L’anno scorso il porto di St. John ha accolto sulle proprie banchine circa 800 mila passeggeri. Con l’upgrading della infrastruttura esistente, e la costruzione della nuova banchina, lo scalo portuale si aspetta di arrivare a un milione di crocieristi.

L’accordo finale tra il Governo di Antigua e Barbuda e GPH verrà firmato entro l’inizio del 2019.

 

Tags:
Torna su