News

Combustibile green

GNL, fino al 23% in meno di emissioni

di Redazione Port News

L’impiego del Gas Naturale Liquefatto nel trasporto marittimo può offrire una riduzione di Co2 fino al 23%, a seconda delle tecnologie utilizzate.

Il dato emerge da un nuovo studio commissionato da Sea-LNG e da SGMF (Society for Gas as a Marine Fuel) alla consultancy firm Sphera.

Lo studio si basa sui dati forniti dalle fabbriche di motori navali e dalle principali compagnie petrolifere e aggiorna i risultati di una ricerca realizzata nel 2018/2019, offrendo nuovi spunti di riflessione sulle potenzialità del combustibile green.

Secondo i ricervatori, il GNL può garantire una riduzione nell’ordine del 14/23% sui motori a due tempi (slow-speed engines) montati a bordo delle navi più grandi, mentre sui motori a quattro tempi (medium-speed engines) le riduzioni vanno dal 6 al 14%.

Oltre ad assicurare riduzioni di Co2 maggiori, i motori a due tempi sono responsabili di una perdita minore di metano incombusto. Che rappresenta una fonte significativa di emissioni upstream. Il potenziale di riscaldamento globale del metano è notevolmente superiore a quello della CO2.

Gli analisti sostengono però che l’impatto ambientale prodotto dalle fuoriuscite di metano nel trasporto marittimo verrà azzerato entro il 2030 grazie all’introduzione di nuove tecnologie nei motori navali.

Tags:
Torna su