News

Ricostruzione al via

Ponte di Genova: scelta Fincantieri

di Redazione Port News

Il nuovo ponte Morandi sarà costruito dalla cordata composta da Fincantieri, Salini-Impregilo e ItalFerr sulla base di un progetto dell’archistar Renzo Piano. Lo ha annunciato ieri sera, durante una conferenza stampa, Marco Bucci,  sindaco di Genova e commissario straordinario per la ricostruzione del viadotto.

Secondo le previsioni di Bucci, la ricostruzione dovrebbe partire il 31 marzo. Il cantiere per la demolizione dei tronconi del vecchio ponte – una commessa da 19 milioni di euro – è stato aperto lo scorso 15 dicembre e vede impegnate cinque ditte: Fagioli, Omini, Vernazza, Ipeprogetti e Ireos.

L’importo totale per la ricostruzione del nuovo viadotto sulla Val Polcevera è di 202 milioni di euro. Per completare l’opera serviranno nove mesi di costruzione e tre di collaudo. Il ponte non dovrebbe quindi essere funzionante prima del 2020, anche se il commissario Bucci prevede di riuscire a finire i lavori entro la fine del 2019.

«Oggi si compie un passo importante per il futuro della città» ha dichiarato quest’ultimo. «Abbiamo chiesto all’architetto Renzo Piano di sovraintendere al progetto, per garantire l’aderenza all’idea originale e la qualità di realizzazione della stessa. L’architetto Piano ha accettato l’incarico in forma di donazione alla città di Genova».

Sulla base di quanto comunicato da Fincantieri e Salini Impregilo, il nuovo ponte sarà costituito da un impalcato in acciaio con una travata continua di lunghezza totale pari a 1.100 m costituita da 20 campate. Il progetto prevede 19 pile in cemento armato di sezione ellittica posizionate con un passo costante di 50 metri, ad eccezione della campata sul torrente Polcevera e di quella sulle linee ferroviarie, dove l’interasse passa da 50 a 100 metri.

«È un grande onore dopo questo confronto, costruttivo per tutti, poter dare il mio contributo alla città di Genova, mia città d’origine. È stata scelta una grande squadra di ingegneri e costruttori, capaci di affrontare questo lavoro con rapidità, competenza e professionalità» ha dichiarato a sua volta l’architetto Piano.

Torna su