News

Alis bacchetta il Governo

Il trasporto non è una priorità

di Redazione Port News

Servono interventi immediati e strutturali per un settore strategico come quello del trasporto e della logistica. Li chiede al Governo il direttore generale di Alis, Marcello Di Caterina, esprimendo una posizione critica nei confronti delle bozze del Decreto Rilancio circolate in questi giorni.

«Il nostro popolo prende atto che ad oggi purtroppo le priorità del governo sono state altre, non certo il nostro settore e il suo rilancio», ha detto Di Caterina, aggiungendo che in tutta Europa sono stati introdotti regimi e dati aiuti ai settori del trasporto e della logistica, non a singole imprese.

«In Italia pare si stia invece scegliendo di fare il contrario, con la conseguenza di aumentare il gap concorrenziale e le difficoltà degli autotrasportatori e di tutti gli operatori logistici», continua il direttore dell’associazione che riunisce oltre 1.500 aziende della logistica.

«Al rifinanziamento per le misure incentivanti Marebonus e Ferrobonus, si e’ aggiunto poco altro. Ma c’è di più. Nel Dl Rilancio al quale sta lavorando il Governo, anziché supportare l’intero settore, ci si è invece preoccupati del sostegno a una singola azienda in crisi, Tirrenia, che ha ricevuto milioni di aiuti pubblici negli anni e che, pur non avendo adempiuto agli obblighi contrattuali di pagamento assunti nei confronti della stessa Amministrazione pubblica, potrà così continuare a riceverli grazie ad una proroga fino a 12 mesi dalla cessazione dello stato di emergenza della convenzione di imminente scadenza».

Torna su