News

L'analisi di mercato di Drewry

Inverno freddo per il trade Asia-Europa

di Redazione Port News

L’inverno si preannuncia freddo per il mercato del trasporto container. A sostenerlo è la società di analisi Drewry che da dicembre a marzo vede una nuova spinta ribassista dei noli.

L’equilibrio tra domanda e offerta continua insomma a essere un miraggio per i grandi carrier, che in passato non hanno esitato a riorganizzare i propri servizi sulla rotta Asia-Europa pur di bilanciare la capacità disponibile.

I risultati sino ad oggi sono stati però alquanto deludenti. La riduzione dell’over capacity sotto forma di cancellazione di alcune partenze e utilizzo di navi impiegate di portata minore ha prodotto infatti un impatto minimo sull’andamento delle rate di nolo per tutto il 2018.

Drewry cita come esempio la decisione dell’alleanza 2M tra Maersk e MSC di sospendere l’uso delle 19.000 TEU sul servizio di linea A2/Swan. «La razionalizzazione del loop – affermano gli analisi inglesi – ha sì contribuito a migliorare il fattore di carico generale sulla rotta Asia-Nord Europa ma non ha portato verso l’alto le tariffe di nolo». Drewry sottolinea come da agosto ad oggi l’indice del valore dei noli per il trasporto di container da 40 piedi relativamente alla rotta campione Shanghai-Rotterdam abbia lasciato sul terreno qualcosa come 400 dollari.

Per il futuro, occorrono quindi nuovi sacrifici per ridurre la capacità di stiva, e questo appare ancor più fondamentale oggi in quanto tra breve verranno rinegoziati i contratti di nolo per il 2019.

Purtroppo le normali dinamiche di mercato non sono più rispettate e tutti le compagnie di linea pensano esclusivamente a riempire le navi spingendo al ribasso i noli pur di non perdere il carico da imbarcare. Per questo motivo gli spot rates continueranno a essere sotto pressione.

Torna su