News

Buone nuove per i liner

L’UE proroga la Block Exemption

di Redazione Port News

La Commissione Europea ha prorogato per altri quattro anni la Consortia Block Exemption Regulation per le compagnie di navigazione attive nel trasporto marittimo di container.

Il Regolamento (il n.906 del 2009), la cui scadenza era fissata per il 25 aprile del 2020, stabilisce che i liner possano concordare tra di loro accordi e definire consorzi marittimi in deroga alle norme antitrust dell’Unione Europea, che vietano invece intese anti-concorrenziali tra le imprese.

La decisione arriva al termine di una lunga consultazione pubblica avviata a settembre del 2018. Dopo essere stata estesa due volte dalla prima adozione (che risale infatti al 2009), l’UE ha deciso optare per una terza proroga, sino a al 25 aprile del 2024.

«Nonostante l’evoluzione del mercato caratterizzata da un aumento del consolidamento e delle concentrazioni, da un cambiamento dal punto di vista tecnologico e da una crescita delle dimensioni delle navi, il Regolamento è ancora idoneo al suo scopo», afferma l’Unione Europea, che sottolinea come ancora oggi la CBER generi efficienze per i vettori marittimi.

«La valutazione ha dimostrato che negli ultimi anni sia i costi per i vettori che i prezzi per i clienti per container da venti piedi sono diminuiti di circa il 30% e la qualità del servizio è rimasta stabile».

Torna su