News

Toninelli contro la Regione Sicilia

Un Mega presidente per lo Stretto

di Redazione Port News

Confermato nel ruolo di presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto nonostante la bocciatura della Regione Sicilia. Il Governo forza la mano e nel Consiglio dei Ministri di ieri ratifica la nomina di Mario Mega.

In una nota il Ministero delle Infrastrutture ha spiegato che «Mega ha una comprovata esperienza non solo nel settore dell’economia dei trasporti e portuale, ma nello specifico all’interno di un’autorità portuale. È infatti un ingegnere dalla indiscutibile professionalità, attualmente dirigente tecnico del servizio infrastrutture, innovazione tecnologica e pianificazione strategica dell’autorità portuale di Bari, istituzione per cui lavora dal 2003».

«La sua ampia esperienza nell’ambito specifico di una Autorità portuale – si legge nel comunicato stampa – sarà indispensabile all’avvio dell’attività di un’Autorità di nuova istituzione. Negli anni è stato, tra le altre cose, anche componente del Comitato tecnico di Assoporti per le materie dell’innovazione tecnologica e la creazione di sistemi Its».

La scelta di Mega da parte del Mit – arrivata a maggio al termine della procedura di raccolta di manifestazioni di interesse avviata a marzo, era stata impugnata dal governatore siciliano Nello Musumeci, che aveva ritenuto il dirigente dell’AdSP del Mar Adriatico Meridionale inadatto a ricoprire il ruolo di presidente di una AdSP a causa di una limitata esperienza professionale nel campo, circoscrivibile quasi esclusivamente ad “ambiti tecnici”.

A questo punto, la nomina verrà trasmessa alle competenti commissioni parlamentari di Camera e Senato. Dopo di che la 16esima Autorità di distretto portuale potrà operare per garantire lo sviluppo dei porti di Messina, Milazzo, Tremestieri, Villa San Giovanni e Reggio Calabria.

Torna su