News

La scelta di 16 porti cinesi

Meno tasse per arginare il Coronavirus

di Redazione Port News

Meno tasse per combattere il Coronavirus. In Cina sedici grandi porti hanno pensato bene di offrire esenzioni o riduzioni sostanziose sui port charges pur di rilanciare i traffici marittimi. Nella lista figurano scali come Guangzhou, Shanghai, Ningbo-Zhoushan, Jiangsu, Shandong, Tianjin.

L’emergenza dell’infezione, unita al rallentamento della produzione industriale e al prolungamento delle festività del Luna New Year, sta di fatto impattando negativamente sull’economia cinese, ampliando il periodo di bassa stagione e portando a una minore domanda di trasporto merci.

A subire i danni principali sono le compagnie di navigazione che per i prossimi giorni hanno annunciato la cancellazione/riduzione di alcune partenze di linee regolari tra il Far East e l’Europa. L’obiettivo è quello ridurre l’offerta di capacità di stiva e rispondere in questo modo all’emergenza.

Torna su