News

Le previsioni di Clarksons

Mercato container a picco

di Redazione Port News

Per il traffico container il 2020 si chiuderà con una contrazione del 10%, innescando una crisi peggiore di quella del 2008. La fosca previsione è della società di analisi Clarksons Research.

Intervenendo a un webinar organizzato questa settimana da Ernst & Young (EY) e da Maritime London, il direttore della consultancy firm, Trevor Crowe ha sottolineato come al 21 marzo le toccate delle global containership siano diminuite del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si tratta di un decremento che ha raggiunto picchi del 10% con riferimento alle navi da 8000 TEU.

Ad oggi, i blank sailing programmati dalle compagnie di navigazione hanno spazzato via l’11% della capacità complessiva immessa nel mercato, mentre dall’inizio dell’anno le rate di nolo sono crollate del 30%.

Le stime di Clarkson Research si inseriscono in un contesto storico che ha visto il mercato dei container crescere con medie annuali sempre più basse dal 1980 ad oggi: del 9,9% annuo negli anni 80, del 9,1% negli anni 90, del 7,3% negli anni 2000 e del 4/6% dal 2010 a oggi.

Le uniche buone notizie arrivano invece dalle emissioni di anidride carbonica prodotte dalle portacontainer. Secondo Crowe si sono ridotte del 30% rispetto ai livelli del 2008.

 

Torna su