News

Verso un futuro low carbon

Maersk ricicla l’olio usato da cucina

di Redazione Port News

Basta un poco di olio da cucina usato e le emissioni di CO2 vanno giù. Lo ha sperimentato con successo pochi giorni fa la compagnia di navigazione Maersk, usando su una una propria porta-container da 18.000 TEU  un biofuel a prova di inquinamento ambientale.

Il carburante blended (costituito per l’appunto da olio da cucina e da olio combustibile pesante) è stato testato  e validato in collaborazione con la Dutch Sustainability Growth Coalition (DSGC) e con la Shell ed è stato utilizzato dalla Mette Maersk per il viaggio sperimentale da Rotterdam a Shanghai, conclusosi nei giorni scorsi.

La miscela green ha permesso alla nave di tagliare le emissioni di anidride carbonica per un totale di almeno 4.200 tonnellate.

«La sperimentazione del biofuel a bordo della Mette Maersk – ha sottolineato il direttore operativo di Maersk Line Søren Toft – ha dimostrato che già oggi, sia dal punto di vista tecnico che operativo, possono essere utilizzate soluzioni decarbonizzate per il trasporto marittimo».

Torna su