News

Iniziativa della British Ports Association

Navi a guida autonoma? Parliamone

di Redazione Port News

Le prospettiva di un futuro nuovo ma incerto si profila all’orizzonte. Le navi a guida autonoma solcheranno presto i mari del globo terracqueo ma sono ancora molti gli aspetti di cui discutere, soprattutto se si considerano le implicazioni che i processi di automatizzazione avranno sulle relazioni quotidiane tra porti ed armatori.

E’ per questo motivo che la British Ports Association (BPA) ha deciso di mettere le mani avanti e di lanciare un network dedicato al tema, l’Autonomous Shipping in Ports Network, del quale faranno parte tutti i membri iscritti dell’associazione  ma che sarà anche aperto a specialisti del settore.

Contemporaneamente, la BPA ha chiesto agli iscritti di rispondere a una serie di domande focalizzate sul tema. I soggetti interessati avranno tempo sino al 12 ottobre per inviare i propri contributi.

«Le Maritime Autonomous Surface Ship diventeranno presto una realtà – afferma il presidente della BPA, Richard Ballantyne – e molti porti stanno cominciando a chiedersi come affrontare in modo propositivo le sfide poste da questa innovazione tecnologica. E’ arrivato il momento di parlarne seriamente in modo approfondito».

Torna su