News

Prospettive di sviluppo

Nuovo piano industriale per Piombino

di Redazione

L’AdSP del Mar Tirreno Settentrionale predisporrà in tempi brevi un aggiornamento del piano industriale del porto di Piombino. Lo ha annunciato questa mattina il presidente Stefano Corsini nel corso della riunione dell’Organismo di Partenariato della Risorsa Mare, spiegando che «occorre sia tener conto delle numerose richieste che stanno arrivando da operatori sia ottimizzare i collegamenti stradali, ferroviari e forniture delle utilities industriali. Insieme alla Regione Toscana valuteremo tutte le varie manifestazioni di interesse».

La decisione conferma il recente, positivo evolversi delle prospettive di rilancio dello scalo marittimo. L’insediamento di Jindal ha di fatto inaugurato una nuova era.

«Da fine agosto la città è tornata a lavorare l’acciaio: un risultato che non mi stancherò mai di evidenziare e a cui ha contribuito sostanzialmente la Port Authority» ha sottolineato Corsini. «Purtroppo si continua a non dare il giusto risalto al fatto che Piombino accoglie ogni mese navi da ventimila tonnellate di semiprodotto. Si tratta di un risultato al quale fino a poco tempo fa nessuno avrebbe creduto».

Il presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Settentrionale ha poi ricordato come l’attuale priorità rimanga quella dei collegamenti viari necessari per l’accesso al porto di Piombino. «I lavori della bretella nord verranno affidati entro l’inizio del 2019 e l’istruttoria del primo lotto del prolungamento della SS398 sarà trasmessa al CIPE nei prossimi giorni. Nel frattempo – ha concluso Corsini – abbiamo già definito con RFI il raccordo base ferroviario».

 

 

 

Torna su