News

Sospetto attacco nel Golfo

Oman, esplosioni su due petroliere

di Redazione Port News

Due petroliere hanno preso fuoco stamani al largo del porto iraniano di Bandar-e-Jask, nello stretto di Hormuz, che separa l’Iran da Oman ed Emirati Arabi Uniti.

Una prima imbarcazione, battente bandiera delle isole Marshall e di proprietà norvegese, la Front Altair, trasportava etanolo dal porto di Al Rous in Qatar verso Taiwan. L’altra nave, battente bandiera panamense e di proprietà giapponese, la Kokuka Corageous, trasportava un carico di metanolo dell’Arabia Saudita e diretto a Singapore.

L’ipotesi più accreditata è che le navi siano state colpite da siluri, ma mancano conferme ufficiali: la Front Altair è affondata a seguito del sospetto attacco, mentre l’altra ha subito uno squarcio sopra la linea di galleggiamento, ma è rimasta a galla.

Al momento non sono comunque chiare le dinamiche delle esplosioni. Quel che è certo è che i membri dell’equipaggio di entrambi i tanker  sono stati tratti in salvo dall’unità di soccorso della provincia di Hormozgan e trasferiti nel porto di Bandar-e-Jas.