News

Nuovi orizzonti

Patto di ferro tra Svizzera e Germania

di Redazione Port News

Stringere una maggiore collaborazione nel traffico merci ferroviario internazionale. É l’obiettivo dell’accordo siglato nei giorni scorsi tra la Svizzera e la Germania, i cui rispettivi ministri ai trasporti, Simonetta Sommaruga e Andreas Scheuer, si sono incontrati a Lipsia a margine del Forum Internazionale dei Trasporti.

Tra le misure dell’intesa figurano, da un lato, lievi potenziamenti con riferimento alle tratte di accesso alla Nuova Ferrovia Transalpina e, dall’altro, miglioramenti nella gestione del traffico merci, come per esempio nel cambio dei macchinisti.

«Grazie alle misure contemplate nella dichiarazione ministeriale possiamo mettere a disposizione capacità sufficienti per il traffico merci» ha affermato la Sommaruga al momento della firma, «Sono molto soddisfatta. In questo modo rafforziamo la politica svizzera di trasferimento del traffico».

Per Scheuer il traffico merci ferroviario è la colonna portante del nostro sistema di trasporto: «Ogni singolo trasporto effettuato su rotaia e non su strada consente di ridurre le emissioni di CO2» ha detto.

A riguardo è soprattutto la Nuova ferrovia transalpina a svolgere un ruolo di primo piano: «Fino a quando la linea tra Basilea e Karlsruhe non sarà stata quadruplicata, ci siamo accordati con la Svizzera su numerose misure che permettono, sin d’ora, di aumentare le capacità e l’interoperabilità e di rafforzare in modo sostenibile il traffico merci in Europa» ha concluso il ministro tedesco.

Torna su