News

La novità del decreto 227 del 2 giugno

Sardegna, riapertura riservata a CIN

di Redazione

Fino alla data del 12 giugno il trasporto marittimo di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna è limitato
ai servizi svolti in continuità territoriale. Lo ha disposto il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporto, di concerto con quello della Salute, con il decreto n.227 del 2 giugno 2020.

La misura permette insomma al gruppo Moby di operare in via esclusiva sulla tratta per la Sardegna per dieci giorni. La disposizione, che non si applica al trasporto merci, ha suscitato lo sdegno di Confitarma: «È evidente che l’impossibilità di effettuare servizi di collegamento marittimo per le numerose compagnie di navigazione presenti sulle rotte per la Sardegna escluse dal Decreto, crea grave sconcerto e preoccupazione oltre ad evidenti disagi per i viaggiatori», si legge in una nota stampa diramata dalla Confederazione Italiana degli Armatori.

«Siamo certi – ha affermato il n.1 di Confitarma, Mario Mattioli – che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti porrà con immediatezza rimedio a tale evidente errore di formulazione che comporta gravi danni per le compagnie di navigazione, già fortemente penalizzate dall’emergenza Covid-19 e che per tutto il periodo della quarantena non hanno mai fermato le loro navi, assicurando i necessari approvvigionamenti alimentari, energetici e sanitari alla Regione Sardegna e all’Italia intera».

Tags:
Torna su