News

Effetto Coronavirus

Shanghai e Xingang senza presa

di Redazione Port News

Nei porti di Xingang e Shanghai scarseggiano le prese per i container reefer a causa della congestione che in questi giorni sta affliggendo molti terminal portuali cinesi.

A denunciare la situazione di disagio causata dall’effetto combinato Coronavirus e prolungamento del Lunar New Year è Maersk, che in un avviso alla cliente comunica di aver dovuto dirottare i carichi a temperatura controllata in altri scali cinesi.

La compagnia di navigazione danese si propone di effettuare gratuitamente il cambio di destinazione dei container già in navigazione.

Se invece il cliente volesse comunque prenotare i container reefer nei due porti congestionati, sarà libero di farlo ma dovrà assumersi la responsabilità di eventuali ritardi nell’arrivo della merce.

Inoltre, Maersk farà pagare in questi casi un congestion surcharge di 1000 dollari per ogni container reefer in arrivo a Shanghai e a Xingang. L’extra tariffa servirà a coprire l’eventuale reinstradamento della merce verso altri scali portuali.

Torna su