News

Suez, l’Egitto chiede un 1 mld di dollari

di Redazione

Un miliardo di dollari. E’ quanto si appresta a chiedere l’Egitto per il blocco forzato del traffico nel Canale di Suez di sei giorni causato dalla portacontainer Ever Given.

La cifra è stata calcolata in modo approssimativo sulla base delle perdite legate alle trasse di transito, ai danni subiti per i lavori di dragaggio e disincaglio della nave, ai costi per la manodopera e le attrezzature.

Lo ha dichiarato l’ammiraglio Osama Rabie, capo dell’Authority del Canale di Suez, in un’intervista rilasciata ai media egiziani. Rabie non ha chiarito a chi chiederà i soldi.

La nave Ever Given – battente bandiera panamense, gestita da Evergreen e di proprietà della società giapponese Shoei Kisen Kaisha – si è incagliata il 23 marzo scorso. Il presidente della compagnia di navigazione taiwanese, Eric Hsieh, ha dichiarato pubblicamente che la Società non ha alcuna responsabilità sul ritardo accumulato nella consegna della merce.

La nave rimarrà nel Grande Lago Amaro fino al completamento delle indagini. Le autorità stanno infatti conducendo le indagini e hanno interrogato l’equipaggio della nave mercoledì scorso.