News

L'annuncio al Covegno "Tassazione porti e governance portuale"

Terminalisti portuali, cercasi unità

di Redazione Port News

Assiterminal e Assologistica porebbero presto unirsi in un’unica realtà associativa col fine di rendere sinergica l’azione sui temi portuali. A dirlo è il presidente dell’Associazione dei terminalisti portuali italiani, Luca Becce, in apertura del convegno associativo dedicato al tema della tassazione dei porti italiani, tutt’ora in corso.

“In questi anni sono andate moltiplicandosi associazioni asservite agli interessi di un singolo player o di un gruppo di player” ha dichiarato. “In un contesto simile – contrassegnato peraltro dalla diffusione dei fenomeni di integrazione verticale da parte delle compagnie di navigazione -, occorre superare le divisioni corporative e unire le forze nel nome dell’interesse generale, l’unica stella polare che deve guidare l’associativismo economico”.

Le due associazioni “insieme rappresentano il 90% delle imprese terminaliste portuali italiane. Stiamo affrontando un confronto che speriamo possa avere risultati positivi” ha concluso.

Becce ha inoltre commentato l’intenzione del Governo, preannunciata dal Ministro De Micheli, di impugnare alla Corte di Giustizia la decisione della Commissione Europea di tassare i porti italiani: “E’ una iniziativa indispensabile e garantiremo tutto il massimo supporto perché riesca. E’ arrivato il momento di serrare i ranghi e attenuare gli elementi di critica”.

Il presidente di Assiterminal non nasconde però un certo rammarico per essere arrivati a contrastare in sede legale un problema di natura politica che è al centro della discussione comunitaria da più di un lustro. “Ci spiace che ci sia stata, da parte dei governi succedutisi in questi anni, una oggettiva sottovalutazione della questione. Non dobbiamo però commettere l’errore di risolvere ogni cosa sul piano legale”.