News

Le previsioni di Alphatanker

Un mare di depositi galleggianti

di Redazione Port News

Il deposito off-shore di prodotti raffinati raggiungerà livelli record nelle prossime sei settimane. Di qui all’inizio di giugno ulteriori 114 navi cisterna di tipo LR2 potrebbero essere impiegate come depositi galleggianti di jet fuel, gasolio e altri carburanti.

Sono queste le ultime previsioni del settore. Secondo Alphatanker, i volumi attualmente stoccati sulle navi cisterna potrebbero praticamente più che raddoppiare nell’arco di un mese, mese e mezzo, aggiungendo agli attuali 40-65 milioni di barili (bbl) depositati a mare ulteriori 80/100 m bbl.

La situazione, eccezionale, è stata originata dal crollo dei consumi di prodotti petroliferi a livello mondiale, dovuto alle misure di lockdown imposte in molti stati del mondo per tentare di arginare la diffusione del coronavirus.

Mentre l’aumento della domanda di navi tanker per lo stoccaggio off-shore dei carburanti sta facendo lievitare i noli marittimi, portando una LR2 a ottenere quasi 160 mila dollari al giorno per ogni viaggio (dati Clarkson’s), i porti hanno difficoltà a scaricare i prodotti delle navi a causa della penuria di aree disponibili.

Sempre Alphatanker ci vorranno tra i sei e i nove mesi prima che tutto questo carburante attualmente depositato in mare venga stoccato a terra.

Torna su